29.1 Do you hear the people sing?

La voce umana è indubbiamente uno strumento potente, ma diventa ancor più potente quando si somma ad altre voci. I cori e la loro potenza non sono certo da sottovalutare: pensate ai brividi che corrono giù per la schiena durante il Dies Irae del Requiem di Verdi o l’O Fortuna dei Carmina Burana, o ancora durante il commovente Inno alla gioia della IX sinfonia di … Continua a leggere 29.1 Do you hear the people sing?

28. L’ultimo drago

“Papino, non potremmo legare uno di quegli sciocchi principini e lasciarlo al drago, e poi io potrei uccidere il drago e salvare il principe?”¹ L’ultimo drago (The Last of the Dragons) è una fiaba di Edith Nesbit (1858-1924), figura anticonvenzionale e prolifica autrice di romanzi, poesie e soprattutto testi per ragazzi. Tra questi ultimi, i romanzi più famosi sono quelli della serie dello Psammead (Five … Continua a leggere 28. L’ultimo drago

27. Hubert de Givenchy

“Dev’essere l’abito a seguire il corpo di una donna, non il corpo ad assecondare l’abito.” Se ci venisse chiesto di pensare a Audrey Hepburn, molto probabilmente lo faremmo immaginandola con indosso il tubino della scena iniziale di Colazione da Tiffany (1961). Un abito di raso nero, lungo fin quasi al pavimento, con uno spacco sul fianco e le spalle scoperte, abbinato a lunghi guanti neri … Continua a leggere 27. Hubert de Givenchy

26. Yokohama, 1963

La collina dei papaveri è un film del 2011 del regista Gorō Miyazaki, figlio del più noto Hayao, che ha tuttavia contribuito al progetto scrivendo la sceneggiatura insieme a Keiko Niwa. Si tratta della storia di Mer e Kazama, due adolescenti alle prese con il primo amore, e delle scoperte che faranno indagando sul passato dei loro genitori. La pellicola è basata sul manga omonimo … Continua a leggere 26. Yokohama, 1963

25. La vera Venere Anadiomene

Venere Anadiomene è uno dei soggetti iconografici forse più famosi e rielaborati della storia dell’arte. Tiziano, Botticelli, Bouguereau, Cabanel, Ingres: moltissimi artisti si sono dedicati a raffigurare la dea nata dalle acque, reinterpretando un soggetto perduto attribuito nientemeno che ad Apelle (autore anche della – perduta – Battaglia di Isso). Il soggetto è stato interpretato con statuaria intensità o con seducente sfacciataggine, ma la modella … Continua a leggere 25. La vera Venere Anadiomene

24. ‘Tis “the witching time of night”

’Tis the “witching time of night”. Così comincia la ninnananna che John Keats (1795-1821) compose nel 1818 per il nipote, l’appena nato figlio di George e Georgiana Keats. Le intenzioni del poeta erano sicuramente delle migliori, ma il risultato finale non è certo comparabile a Twinkle, twinkle, little star. La ninnananna di Keats, infatti, fin da subito si connota come qualcosa di molto più vicino … Continua a leggere 24. ‘Tis “the witching time of night”