La cultura a contatto con i giovani: IoDeposito e B#Side War

L’associazione IoDeposito è una delle più belle realtà locali presenti nel Nord-Est Italia, di cui purtroppo si conosce molto poco. Fondata da un gruppo di amici nel 2009 con lo scopo di avvicinare i giovani alla cultura, all’arte contemporanea e al territorio, questa associazione si è costituita praticamente da zero grazie al talento, alla passione e alla capacità gestionale dei suoi fondatori. Grazie a loro, col … Continua a leggere La cultura a contatto con i giovani: IoDeposito e B#Side War

Intervista a Vito Mancuso

Il 10 novembre 2017 il teologo Vito Mancuso è stato ospite della rassegna “Dicono dell’Arte”. Il suo intervento, dal titolo “Arte come spiritualità, spiritualità come arte”, si è concentrato su quale sia la vera esperienza del Bello e su come questa esperienza possa legarsi alla spiritualità e alla libertà. Il legame tra le due è dato, per Mancuso, dal fatto che l’incontro con la vera … Continua a leggere Intervista a Vito Mancuso

Damien Hirst a Venezia: la mostra del dubbio

E all’inizio una parte di me vuole crederci. Disperatamente. È possibile che davvero mi sia persa una notizia del genere? Nel 2008 hanno trovato un relitto a largo della costa Sudorientale dell’Africa, i cui ritrovamenti sono esibiti in questa mostra? Certo che no. Il liberto romano che avrebbe dovuto possedere la nave non è mai esistito e il relitto, pensate un po’ come si chiama? … Continua a leggere Damien Hirst a Venezia: la mostra del dubbio

Basquiat e un’opera da 110 milioni

Da giovedì, un quadro dell’artista di origini haitiane Jean-Michel Basquiat è diventato l’opera americana più costosa di sempre – scalzando il Silver Car Crash (Double Disaster) di Andy Warhol – grazie alla stratosferica offerta da 110.4 milioni di dollari del magnate giapponese Yusaku Maezawa durante un’asta di Sotheby’s in cui la maggior parte delle opere è stata venduta tra 1 e 8 milioni. Il neoproprietario, … Continua a leggere Basquiat e un’opera da 110 milioni

Il migliore amico di Dante

“Correva l’anno tal dei tali, e l’orologio della torre suonava le dieci battendo venti rintocchi perché era balbuziente…” È il 7 ottobre 1949, siamo in Italia, e queste parole accompagnano uno dei testi più controversi e meno conosciuti del nostro Novecento. Stiamo parlando di un’opera dichiaratamente popolare, difficile da collocare con sicurezza nelle tassonomie della letteratura. E stiamo parlando di un autore fragile e sofferente, … Continua a leggere Il migliore amico di Dante

La prima cineseria

Il termine “cineseria”, dal francese “chinoiserie”, indica chincaglieria, cianfrusaglia, prodotto di bassa qualità provenienti dal mercato cinese. Sebbene l’invasione dei prodotti “Made in PRC” sugli scaffali occidentali sia relativamente recente, esiste un caso – tracciati i dovuti paralleli – che affonda le proprie radici nel XVII secolo. La ceramica Kraak fu un tipo di porcellana bianca e blu prodotta per l’esportazione durante i regni degli … Continua a leggere La prima cineseria