Jacob

Il silenzio la tormentava come una cadenza ripetitiva. Ormai il solito tran tran scandiva la sua esistenza: sempre lo stesso timido raggio di sole scivolava lungo le sue membra, anticipando la consueta pioggerellina che sarebbe scesa indisturbata di lì a poco. Stufa di tale monotonia, fece passare le sue dita nodose tra la massa informe di capelli, finalmente idratati dopo giorni e giorni di logorante incuria. … Continua a leggere Jacob

Foto di Giulio Regeni

In ricordo di Giulio Regeni

Caro Giulio, ti do del caro, anche se non ti ho mai conosciuto di persona; dopotutto, facciamo entrambi parte della stessa famiglia: quella dei Collegi del Mondo Unito. Non ci sono parole capaci di esprimere il dolore e la rabbia che la tua prematura scomparsa suscita. Tralasciando i lati oscuri della questione, che auspico vengano chiariti al più presto, vorrei ricordarti per quello che ho … Continua a leggere In ricordo di Giulio Regeni

Un temporale estivo

Aveva perso il suo passato. Lo aveva smarrito così, improvvisamente, senza un perché, senza alcun preavviso o alcuna spiegazione, come un temporale estivo; come un acquazzone di quelli che ti sorprendono di colpo, in mezzo a un soleggiato pomeriggio di luglio, quando esci di casa senza ombrello, con gli occhiali scuri e una maglietta leggera, nutrendoti della luce e del calore che invadono ogni cellula della … Continua a leggere Un temporale estivo