my-brilliant-friend

My Brilliant Friend

“Not for you,” Lila replies ardently, “you’re my brilliant friend, you have to be the best of all, boys and girls.” If quotes could summarize novels, I would certainly choose this one to describe Elena Ferrante’s acclaimed series. Set in an ever-changing yet spectacular Naples, the story revolves around the lives of two childhood friends, Elena Greco – also known as Lenù – and Raffaella Cerullo, … Continua a leggere My Brilliant Friend

Il libro più lungo che non sia mai stato scritto

di Marco Galzignato Amérique Je T’Aime and it may be fun to be fooled but it’s more fun to be more to be fun to be little joe gould — E. E. Cummings Al primo posto nella lista dei “libri più lunghi mai scritti” si colloca Artamène ou Le Grand Cyrus, di circa due milioni di parole, pubblicato attorno al 1650, e scritto nominalmente da … Continua a leggere Il libro più lungo che non sia mai stato scritto

Orologio

GUERRA E TREMENTINA

di Greta Galeotti “GUERRA E TREMENTINA” di Stefan Hertmans Se, come seguaci dei futuristi, credete nello schiaffo e nel pugno, non leggete questo libro. Se siete come loro pronti a bruciare il passato per ottenere una piana superficie su cui costruire un futuro scintillante, non leggete questo libro. Se camminando per strada non vi siete mai immaginati come figure appannate tutta la gente che lì … Continua a leggere GUERRA E TREMENTINA

L’India agli occhi di un flaneur: Pier Paolo Pasolini

A quarant’anni dall’uccisione di Pier Paolo Pasolini, vorrei ricordare questo grande scrittore, saggista e regista con uno dei suoi libri meno conosciuti; un libro piccolo ma preziosissimo, in cui l’autore racconta il suo primo viaggio in India fatto con l’amico e compagno d’avventura Alberto Moravia. Entrambi gli scrittori narrano l’India in modo unico e affascinante; ma, mentre Moravia si limita a trasmetterci Un’idea dell’India, Pasolini … Continua a leggere L’India agli occhi di un flaneur: Pier Paolo Pasolini

Nâzim Hikmet: Quando l’amore trascende ogni forma e confine

E’ difficile trovare un poeta che tratti il genere amoroso alla pari di Nâzim Hikmet. Autore turco, vissuto nella prima metà del Novecento, sconosciuto ai più, ma molto apprezzato nei circoli letterari dell’epoca, egli deve il suo successo al realismo, al romanticismo e alla profondità della sua poesia. In ogni suo componimento Hikmet è in grado di penetrare l’animo del lettore e toccarlo con la … Continua a leggere Nâzim Hikmet: Quando l’amore trascende ogni forma e confine

La morte secondo Josè Saramago

Pur essendomi vantata in precedenza di essere una discreta conoscitrice dell’opera di Saramago, scrittore portoghese premio Nobel per la letteratura nel 1998, ho ignorato fino a poco tempo fa l’esistenza di Le intermittenze della morte (2005), un piccolo romanzo geniale quanto profondo e introspettivo. Si tratta di uno dei suoi libri meno conosciuti, che tuttavia possiede comunque quella vena ironica e inquietante tipica della sua … Continua a leggere La morte secondo Josè Saramago