#BlueMonday

L’inizio di una nuova settimana è il momento giusto per inaugurare una nuova rubrica! Quante volte ci è capitato di ascoltare una canzone e, istintivamente, di associarla ad un colore, ad una determinata sfumatura di blu, a quel rosa del tramonto dell’altra sera? È proprio questo l’intento di questa rubrica: esplorare come ciascuno di noi veda la musica, quali canzoni ed immagini spuntino nella nostra mente pensando ad un colore. Proprio per questo abbiamo deciso di creare delle playlist dedicate ad ognuno di essi: cinque canzoni (perdonateci, qui ci siamo permessi di esagerare!), ognuna seguita da una breve spiegazione della propria scelta. Questa volta l’abbiamo composta noi, ma dal prossimo appuntamento, per il quale abbiamo scelto il colore giallo, sarete voi lettori a scegliere: inviate la vostra scelta via messaggio privato alla pagina Facebook e le cinque più interessanti secondo la redazione andranno a comporre la playlist. Ogni due settimane verrà pubblicata la nuova lista e verrà annunciato il nuovo colore. Avete due settimane per inviarci le vostre canzoni gialle. Create il vostro #YellowMonday!

BLU OLTREMARE: Blue, Joni Mitchell (Chiara Caporuscio)

Il blu cantato da Joni Mitchell è un malinconico oltremare: la nostalgia per la fine di un’epoca, gli anni ’60. La canzone scorre con delicatezza, tanto da sembrare una nebbiosa ninnananna (“foggy lullaby” nel testo): le onde dell’oceano cullano i pensieri della cantautrice, i ricordi positivi e negativi del decennio hippy finito, l’amore dolce come un alito di vento. Più che una narrazione, Blue è un misterioso susseguirsi di immagini poetiche: il mare, le onde, una conchiglia, risate, droga, amore, violenza, inchiostro sotto la pelle. Perché, come dice il primo verso della canzone, “songs are like tattoos”: capaci di imprimere in eterno un ricordo sfuggente come un’onda marina. (https://youtu.be/w5782PQO5is)

 

FIORDALISO: Walk On The Wild Side, Lou Reed (Giovanni Bassan)

Walk On The Wild Side è azzurro fiordaliso perché, quando l’ho ascoltata la prima volta, era una di quelle mattine in cui tutto è un po’ sbavato e confuso. Era la canzone perfetta: è come ascoltare una scrollata di spalle. Le storie – più o meno drammatiche – della canzone sono raccontate sottovoce, mai in modo esplicito. Isolata, la musica è una sorta di indolenza portatile, che si potrebbe ascoltare in spiaggia, ma combinata con le parole riesce a creare una tensione sottile e sopportabile con solo un po’ di fastidio. Non è Break on Through (To the Other Side), è Walk on the Wild Side: non c’è bisogno di gridarlo al mondo, ma, se vuoi, puoi provare, niente impegno. Walk On the Wild Side è un colore suggerito soltanto e poco rumoroso, terribilmente elegante. (https://www.youtube.com/watch?v=0KaWSOlASWc)


Risultati immagini per indigo the colourINDACO: Arabella, Arctic Monkeys (Rachele Svetlana Bassan)

Arabella è made of outer space. È il colore e il sapore di una galassia pulsante di energia cosmica, il momento di tensione nel cielo prima che esploda l’alba. Indaco perché Arabella è anche dannatamente sexy, è un basso accattivante e una voce suadente che sussurra troppo vicina – non abbastanza vicina – al microfono. Indaco perché Arabella è sfuggente, sfumata, volubile, proprio come questo punto di blu.(https://www.youtube.com/watch?v=Nj8r3qmOoZ8)

 

INTERNATIONAL KLEIN BLUE: Goodbye, Blue Sky, Pink Floyd (Irene Corrao)

Quando la notte alzo gli occhi al perfetto blu del cielo, mi accorgo ancora una volta di quanto sia distante dalle cose terrene. Imperfette.
(https://www.youtube.com/watch?v=_kGOAWnvyWA)

 

Immagine correlataCELESTE: Nel blu dipinto di blu, Domenico Modugno (Anna Zoppè)

Nel blu dipinto di blu è la canzone dell’Italia nel mondo, la canzone dell’azzurro (e degli Azzurri) nel cuore. Ha il colore dell’alba dalla laguna veneta, di un pomeriggio soleggiato in Piazza dei Miracoli, di un’immersione nel blu del mare di Sorrento. Ti solleva fin sopra le nuvole, ti trasporta in un mondo distante e sereno, lontano dalla frenesia e dal tumulto grigi che hai lasciato sotto di te. Ti ricorda che la felicità risiede nel rapimento di un sogno, in un volo d’ali di fantasia, nello sguardo della persona che ami, in una mattina passata a contemplare il cielo blu. (https://www.youtube.com/watch?v=89hKU3Ebi14)

 

BLU EGIZIANO: Shades of cool, Lana Del Rey (Stefania Lo Sicco)

Blue is nostalgic, it’s the colour that lives in the past but that keeps coming back, like the feelings for my blue eyed man.
(https://youtu.be/rJABBmAMXnY)

 

Risultati immagini per blu dodgerBLU DODGER: Up in the sky, 77 Bombay Street (Giada Vaglietti)

La canzone della mia prima superiore, quando ci parlava di un mondo irraggiungibilmente bello nei momenti di sconforto adolescenziale. Up In The Sky è un brano allegro, scanzonato, quasi una presa in giro, che in realtà nasconde una critica sociale non indifferente. Lassù, nel cielo, le persone sono felici, libere e rilassate, non hanno né fretta né ideologie, potere o denaro. Sono immortali. I 77 Bombay Street ci presentano un’anarchia utopica ideale per tutti quelli che amano rifugiarsi tra le nuvole. (https://youtu.be/VzBQL5b36ww)

 

Risultati immagini per blu notteBLU NOTTE: The great gig in the sky, Pink Floyd (Marco Del Din)  

Un autobus, le cinque del mattino e la mia vecchia classe del liceo: ecco cosa vedo quando penso al blu, e The great gig in the sky è quello che sento. Era questa, infatti, la canzone che usciva dalle cuffiette sulla strada per la Germania, il primo viaggio fuori dall’Italia della mia vita, la prima vera e propria esperienza fuori dalle mura scolastiche con i miei vecchi compagni. The great gig in the sky è un viaggio di notte, ma anche un giro in auto da soli, il blu scuro del cielo tagliato dalle luci elettriche dei lampioni. È tristezza, solitudine, ma anche pace, armonia. The great gig in the sky è la notte. (https://youtu.be/cVBCE3gaNxc)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.