“Wait, is this a glitch?”

estimated reading time: 3 minutes 8/5/2040 I sit on my couch, take my VR goggles and put them on. Mechanically, I log in to my account. “Welcome back, Elisa. Where do you wanna go today?” the machine spoke, gently but with a metallic aftertaste. I scroll through the possibilities and put a blanket on.  Paris? Nah, been there too often.  New York? Too busy, I … Continua a leggere “Wait, is this a glitch?”

The Dancer in the Wind

estimated reading time: 4 minutes I was looking at the sunset, leaning on the iron handrail next to the platform, in San Servolo. The waves, slow, long waves, crushed gently on the stone stairs a few feet from me, descending in the sea. They rode up a few steps, slipped away, on the moss, and crushed back again, at the same slow rhythm.  “Beautiful sunset, … Continua a leggere The Dancer in the Wind

NO MAN IS AN ISLAND – Spia

Era arrivato in un giorno di nebbia. L’isola era improvvisamente emersa spettrale dalla laguna, una sola luce a rischiarare il molo. L’avevano condotto a forza all’entrata e gli avevano fatto domande, ovviamente, ma lui sapeva di non poter parlare. Mantenere il segreto era la priorità. L’avevano fatto svestire, l’avevano ispezionato (poteva pur sempre nascondere qualcosa), gli avevano dato nuovi vestiti e l’avevano condotto alla sua … Continua a leggere NO MAN IS AN ISLAND – Spia

Aspettando il VeUMEU

Nei giorni 11-12-13 Maggio 2018 si svolgerà presso l’isola di San Servolo il VeUMEU, simulazione del Parlamento Europeo in cui giovani provenienti da differenti background accademici si confronteranno su temi come educazione e ambiente, replicando il lavoro vero e proprio che avviene quotidianamente a Bruxelles e Strasburgo, e immedesimandosi nelle figure politiche e nei principali partiti attualmente parte attiva del dibattito politico a livello europeo. … Continua a leggere Aspettando il VeUMEU

NO MAN IS AN ISLAND – Notte di una parola annotata

Notte. Ore 23:50 del 5 ottobre 1944-00:00 del 6 ottobre 1994. Camerata del manicomio dell’isola di san Clemente. Stanza assolutamente anonima, grandezza indefinita. Unica fonte di luce un raggio di luna proveniente da un’enorme finestra posizionata sulla destra. Il raggio illumina fronte ed occhi di una donna sdraiata su un letto al centro della scena. Posizione supina, occhi grigi sbarrati. Alla sua destra e alla … Continua a leggere NO MAN IS AN ISLAND – Notte di una parola annotata