Cosa sono le Digital Humanities?

Erano i primi giorni di primavera in Uzbekistan quando, seduto a casa davanti al computer e ad una tazza di tè, cercavo di prendere una decisione riguardo al corso minor che avrei intrapreso al Collegio Internazionale. L’offerta formativa spazia fra queste discipline: Sustainability, Global Asian Studies e Digital Humanities. Poche ore di “ricerca” su internet non si rivelarono poi di così grande aiuto per comprendere … Continua a leggere Cosa sono le Digital Humanities?

What are Digital Humanities?

It was early spring in Uzbekistan when I was sitting at home in front of my computer with a cup of tea trying to make a decision of what I would be studying at the International College as my minor program. The offer consisted of three subjects: Sustainability, Global Asian Studies, or Digital Humanities. Few hours of “research” on the Internet didn’t really help me … Continua a leggere What are Digital Humanities?

Ecco come le penne a sfera hanno ucciso il corsivo

tempo di lettura: 10 minuti Inchiostro più denso, meno sbavature e più strappi alle mani Di recente [2014, n.d.t.], la Bic ha lanciato una campagna per “salvare la scrittura a mano”. Chiamata Fight for Your Write, la campagna include l’impegno solenne a “incoraggiare l’atto di scrivere a mano” a casa e all’interno della comunità di chi si prenda questa responsabilità. Viene inoltre enfatizzato il bisogno … Continua a leggere Ecco come le penne a sfera hanno ucciso il corsivo

Cara mia adorata Venezia

Cara mia adorata Venezia, È l’una del mattino qui, ma tutti lì da te stanno festeggiando una festa importantissima, la Madonna della Salute. Vedo le loro foto, vedo le loro immancabili frittelle, vedo l’incredibile giornata che c’è lì da te, il sole splende, quasi come in una di quelle giornate primaverili che ti scaldano il cuore.  Cara mia adorata Venezia, Mi manchi.   I miei … Continua a leggere Cara mia adorata Venezia

Oltre il pas de deux: una possibile fenomenologia dell’Amore nella Bella addormentata di Čajkovskij

Il fascino de La bella addormentata di Čajkovskij (1840-1893) è quello di riuscire a catturare ogni spettatore nel magico mondo della principessa Aurora, affollato da fate e da avventure fantastiche sullo sfondo di una sontuosa scenografia. Tuttavia, le celeberrime linee melodiche del compositore russo e le coreografie sapientemente ideate dal genio di Petipa (1818-1910) paiono suggerire chiavi di lettura che l’interpretazione disneyana del 1959, arcinota al pubblico di ogni … Continua a leggere Oltre il pas de deux: una possibile fenomenologia dell’Amore nella Bella addormentata di Čajkovskij